Camminare e muoversi nell’acqua

La più efficace palestra a nostra disposizione durante il periodo estivo è certamente il mare. L’acqua offre innumerevoli benefici dal punto di vista fisico e mentale, e camminare e muoversi nell’acqua marina, ma anche in piscina, consente di tonificare il proprio corpo e rimettersi in forma, alleviando nel contempo lo stress. Mare, piscine e centri termali, ormai ampiamente diffusi anche in città, offrono la possibilità di rigenerare fisico ed organismo ritrovando bellezza e salute con attività semplici e rilassanti, che non prevedono controindicazioni particolari. Non è infatti necessario ‘nuotare’ ma, più semplicemente, muoversi nell’acqua, attività questa che dà interessanti vantaggi se confrontata all’attività fisica che si svolge a terra.

Oltretutto è praticabile da tutti: anche alle donne in gravidanza, ad esempio, i medici consigliano di camminare in acqua per trarre benefici immediati a livello di circolazione, dolori alla schiena e alle articolazioni e alleggerendo il peso corporeo, dal momento che la gravità viene di fatto annullata in acqua.

Dall’acquagym alla semplice camminata in acqua, è possibile riassumere i benefici di questo tipo di attività, se praticata con una certa regolarità (almeno tre volte a settimana, per circa 45, 50 minuti) in sei diversi punti: migliora la circolazione sanguigna (in particolar modo se praticata nei centri termali), contrastando anche i disturbi venosi degli arti inferiori, e la funzionalità dell’apparato respiratorio; riduce inestetismi cutanei, su tutti la cellulite; allevia ansia e stress favorendo un miglioramento dell’umore; incentiva il dimagrimento e tonifica tessuti e muscolatura.

www.maldischienacosafare.com

Sei uno sportivo? clicca qui