Frutta e verdura di stagione

L’acquisto di verdura e frutta di stagione non consente soltanto di godere del sapore migliore e beneficiare del massimo valore nutritivo dell’alimento ma permette, oltre ad un certo risparmio dal punto di vista economico, di aiutare a mantenere l’organismo in buona salute, prevenire l’insorgere dei malanni stagionali o contribuire a ridurli fino a farli scomparire. Ogni mese dell’anno dunque è caratterizzato da specifiche e differenti varietà di frutta e verdura di stagione, racchiuse in una tabella ad hoc per avere un quadro chiaro e completo di tutti gli alimenti che è preferibile consumare in uno specifico periodo. Facciamo degli esempi: gennaio, febbraio e marzo sono i mesi delle arance, di kiwi, limoni, finocchi, cicoria e cavoli. Ad aprile è consigliabile mangiare anche fragole, nespole, pompelmi, aglio, patate, radicchio e ravanelli.

A maggio non possono mancare le ciliegie e i meloni oltre a carote, fave, piselli e pomodori. Mentre a giugno e luglio si aggiungono i lamponi, le pesche e le susine e, per quanto riguarda la verdura, le melanzane, i peperoni e le zucchine. Con l’arrivo del mese di agosto è d’obbligo l’anguria insieme a prugne ed uva; a settembre si passa a fichi e mirtilli, ad ottobre arrivano le castagne e tornano le clementine, da consumare sino a febbraio. Le arance fanno la loro ricomparsa nel mese di novembre e dicembre, insieme a mandarini, mele e pere, broccoli, cavolfiore, cavoli e finocchi. Ogni mese, dunque, ha specifici elenchi di frutta e verdura e seguendo le tabelle ad hoc è possibile migliorare la propria alimentazione e con essa la propria salute.

Il mio consiglio è quello di stampare questa pratica guida con la frutta e la verdura di stagione e appenderla bene in vista in cucina in modo da poterla facilmente consultare.

www.maldischienacosafare.com

Sei uno sportivo? clicca qui