Il quadrato dei lombi, puoi rinforzarlo e allungarlo con lo Yoga

Come ci suggerisce il nome, il Quadrato dei Lombi è considerato fra i principali responsabili dei dolori che si manifestano nella zona lombo-sacrale del corpo. Si tratta di un muscolo che connette l’ultima costa ed il bordo superiore del bacino (la cresta iliaca), attaccandosi anche lateralmente alle vertebre lombari.

Grazie al quadrato dei lombi si possono compiere piegamenti laterali e la colonna lombare rimane adeguatamente stabilizzata; è dunque importante coinvolgere questo muscolo negli esercizi di ginnastica posturale. Anche lo Yoga prevede movimenti specifici per rafforzare la zona dorso-lombare, aiutando ad allungare i muscoli della schiena e delle spalle e ad allineare il dorso: vi sono una serie di movimenti e posizioni che, insieme ad una respirazione corretta, consentono di agire sul quadrato dei lombi rinforzandolo senza sforzarlo, con importanti benefici per l’intera colonna vertebrale.

Uno degli esercizi è chiamato Trikonasana, o posizione a triangolo: prevede di rimanere eretti con braccia lungo i fianchi e gambe divaricate, allungadosi progressivamente verso l’alto e allargando le spalle, il tutto respirando a fondo.

Mentre si inspira bisogna inclinare il tronco verso destra e con la mano destra far finta di toccare il cielo mentre la sinistra verrà portata verso il basso, per poi mantenere la posizione per più respirazioni, prima di tornare, durante l’espirazione, alla posizione di partenza.

E’ importante, per l’intera fase dell’esercizio, ascoltare il proprio corpo in ogni sua parte: non solo il quadrato dei lombi ne trarrà benefici allontanando lo spettro di problematiche come la lombalgia da contrattura del quadrato dei lombi, ma ne gioverà l’intero corpo, che rimarrà sciolto e rilassato.

Nelle lombagie questo muscolo, insieme al muscolo possa, per la sua posizione anatomica è sempre coinvolto. Fare un lavoro di prevenzione che ne preveda sia l’allungamento che il potenziamento può essere la chiave per non incorrere in nuove fasi acute.

www.maldischienacosafare.com

Sei uno sportivo? clicca qui