Le ultime scoperte in campo medico

Quello della medicina è un settore in costante sviluppo ed evoluzione grazie alla ricerca, che consente di sviluppare settimana dopo settimana terapie e cure sempre più efficaci per debellare malattie rare o, in passato, incurabili. Il 2015 in particolare è stato un anno importante dal punto di vista delle innovazioni e scoperte in campo medico. Tra queste la più importante riguarda l’identificazione in Brasile, ed in seguito in Colombia e nel Suriname, del virus Zika che dal 2007 in poi ha conosciuto una sempre più rapida diffusione ed in merito al quale sono state attivate diverse ricerche per rallentarne la propagazione e ridurre la popolazione di zanzare.

Nuove scoperte sono emerse nell’ambito della ricerca sulla sclerosi multipla, andando a studiare le alterazioni vascolari cerebrali. Grazie ad un programma di ricerca italiano su Sla e Sclerosi multipla che prosegue da due anni e che si sta concentrando sull’acquisizione di nuove conoscenze sulle alterazioni vascolari e della perfusione cerebrale nei pazienti con malattie neurodegenerative.

Tra le altre scoperte interessanti, vi è il collegamento genetico, scoperto nel corso di uno studio, che va a spiegare perchè alcune persone più di altre siano maggiormente inclini a sviluppare una forma grave di epatite alcolica, sindrome che colpisce il fegato e che in diversi casi è potenzialmente mortale.

Interessante è anche la scoperta dei ricercatori dell’istituto di biologia cellulare e neurobiologia del Consiglio nazionale delle ricerche: il jogging non solo farebbe bene al cervello ma sarebbe in grado di bloccare anche l’invecchiamento, creando nuove cellule staminali neuronali. E’ stato dimostrato, per la prima volta, che correre permette addirittura di bloccare il processo di invecchiamento cerebrale oltre che di migliorare, attraverso la produzione di nuove staminali, le capacità mnemoniche.

www.maldischienacosafare.it

www.sportsicuro.com